11
Lug

VIDEO | Falsi incidenti stradali nel Catanzarese, sequestri e confische per 2,3 milioni di euro

confisca beni Lamezia

Avrebbero messo in piedi una vasta e ramificata associazione per delinquere, operativa nel Catanzarese, e specializzata nella simulazione di numerosi incidenti stradali. Il gruppo, però, è stato scoperto dagli uomini della Guarda di finanza di Catanzaro, guidati dal Procuratore Nicola Gratteri.

Secondo quanto emerso nel corso delle indagini, l’attività criminale avrebbe fruttato oltre 800 mila euro, di cui 190 mila erogati dalla Stato tramite il fondo “vittime della strada”.

L’operazione trae origine da un’indagine precedente e risalente al 2014, quando furono arrestate 20 persone e sequestrati 2 milioni di euro.

In totale sono state segnalate 263 persone, accusate, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato, falsa testimonianza, corruzione in atti giudiziari, fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona. Tra le persone denunciate, appartenenti a ogni fascia di età, figurano numerosi disoccupati ma anche studenti, commercianti e soggetti con precedenti di polizia, tutti residenti tra Catanzaro e provincia.

Contestualmente sono state arrestate anche due persone, Gennaro Mellea, avvocato e ideatore del gruppo criminale e Fabrizio Nicoletta di 44 anni.

In particolare, nei confronti di Nicoletta sono stati cautelati beni per oltre 773.000,00 euro (tra cui terreni, automezzi, polizze finanziarie, tre esercizi commerciali ed immobili), mentre a Mellea è stato applicato il vincolo a un cospicuo patrimonio immobiliare stimabile in circa 1.600.000,00 euro.