12
Dic

VIDEO – Estorsioni, rapina e spaccio di droga nel Cosentino: 7 persone finite in manette

polizia cosenza

Organizzavano il trasporto della droga, gestivano il traffico di stupefacenti a Castrovillari e nell’hinterland. Due cittadini albanesi, Fabian Gjergji e Klesti Qose sono finiti in manette stamane nell’ambito dell’operazione denominata Black Horse condotta dalla polizia di Castrovillari e coordinata dalla procura guidata da Eugenio Facciolla.

I due albanesi, secondo quanto emerso dalle indagini, sarebbero uomini di riferimento di un’organizzazione criminale con base nel Salento ma con ramificazioni in tutta Italia, dedita allo spaccio di droga proveniente dai Balcani.

Grazie ai pedinamenti ed ai costanti monitoraggi, gli agenti sono riusciti a sequestrare un ingente quantitativo di sostanza stupefacente.

 

Estorsione aggravata, rapina e lesioni personali, sono queste, invece, le accuse – a vario titolo – mosse nei confronti di sette persone fermate stamane nell’ambito di un’altra operazione condotta dalla Polizia a Rossano.

L’inchiesta è partita dalla denuncia di un imprenditore vittima, insieme ad un suo connazionale pachistano, di frequenti richieste estorsive spesso accompagnate da minacce ed aggressioni.  I due, secondo quanto denunciato, sarebbero stati minacciati di morte ed aggrediti con calci e pugni.

L’episodio ha consentito agli investigatori di far luce su altri episodi estorsivi, altri imprenditori minacciati ed aggrediti.