17
Apr

Vicenda aeroporto di Crotone: le parole del Governatore della Calabria, Mario Oliverio

Il presidente della Regione, Mario Oliverio, commentando la vicenda che riguarda la società di gestione dell’aeroporto Sant’Anna di Crotone e la decisione del Tribunale di Crotone che ha rigettato la richiesta di concordato preventivo avanzata dalla società “Aeroporto Sant’Anna Spa” dichiarandone il fallimento ha detto, tra l’altro: “L’aeroporto di Crotone non può e non deve assolutamente chiudere. Centotrentamila passeggeri negli ultimi cinque mesi con soli tre voli al giorno sono un risultato straordinario, assai prossimo ai 250 mila passeggeri, che è la soglia minima annua stabilita dall’Enac per considerare quello crotonese scalo a dimensione nazionale. La Regione si è già fatta parte attiva per coinvolgere l’Enac ad affrontare le emergenze e ad approntare, insieme all’Authority, un piano di rilancio di questa importante infrastruttura aeroportuale che per troppo tempo è rimasta abbandonata. La società di gestione, infatti, non è mai stata ricapitalizzata dal 2011 e proprio da questa mancata ricapitalizzazione sono nati i problemi e le criticità che oggi sono venuti al pettine. Occorrerebbe capire dove sono finiti i fondi del Pon 2011 e le risorse previste per il marketing delle compagnie”.

“Per troppo tempo –ha detto Oliverio- anche in questo settore ha prevalso una visione miope e asfittica, più legata alla difesa d’interessi particolari e campanilistici che al governo e alla crescita della Calabria. Ora, anche in questo settore, bisogna voltare pagina e invertire la rotta, mettendo da parte visioni anguste e senza respiro.

“Credo –ha concluso il presidente della Giunta regionale- sia giunto finalmente il momento di passare a una gestione unitaria degli aeroporti calabresi che veda la Regione impegnata in prima linea, in un’azione di governo di questo settore tesa a rafforzare le singole società aeroportuali attraverso un unico piano d’investimento, in un contesto generale che guardi soprattutto a una mobilità strategica e perfettamente integrata e renda sempre più credibile e competitivo il nostro sistema aeroportuale regionale. Per quanto ci riguarda, stiamo già lavorando a questa soluzione”.