27
Feb

Un’assoluzione e riduzioni di pena per la “Banda del Buco”, autori di furti e rapine a Reggio Calabria

Abramo Tallini

Si è concluso con un’assoluzione e tre riduzioni di pena il processo di appello, in merito alla cosiddetta “Operazione Rolex” che, nel 2012, portò all’arresto degli autori di numerosi furti e rapine in molte gioiellerie di Reggio Calabria, i componenti della “Banda del Buco”. I giudici hanno così assolto Fabio Cilione, condannato a 3 anni e 8 mesi in primo grado mentre gli sconti di pena sono stati riconosciuti a Cristoforo Alati, condannato ora a 5 anni di reclusione, Emanuele Alesse, 3 anni e 4 mesi e Manuel Iosef, 2 anni. Pena ricalcolata invece per Graziano Calabrò, che dovrà scontare ora 2 anni e 6 mesi (2 anni e 4 mesi in primo grado) per la continuazione di un altro precedente.