28
Gen

Triplice omicidio a Cassano: gli Abruzzese respingono le accuse

“Siamo vicini al dolore dei familiari delle tre vittime ma respingiamo con forza le accuse mosse nei nostri confronti, precisando che amiamo moltissimo sia donne che bambini e che un fatto così brutale ci ha lasciati davvero attoniti”. A scriverlo in una lettera diffusa dai legali, la famiglia Abbruzzese di Cassano alla Jonio, tirata in ballo nelle indagini sul delitto del piccolo Cocò, ucciso e bruciato insieme al nonno e alla compagna. Riguardo ai ripetuti riferimenti alla famiglia Abbruzzese, nella missiva si aggiunge che si tratta di “pure e semplici illazioni”. In ultimo – è scritto nella lettera – pensiamo che taluni fatti orribili, come quelli accaduti nel nostro paese, debbano rimanere sotto il più stretto riserbo investigativo e che fatti del genere devono essere perseguiti nelle aule di giustizia senza che un eventuale processo venga anticipato attraverso il mezzo mediatico”.