26
Ott

Toghe lucane-bis: dieci imputati rinviati a giudizio

Il gup di Catanzaro ha rinviato a giudizio dieci degli 11 imputati nell’inchiesta “Toghe lucane-bis”, che dovranno comparire davanti al tribunale il 27 gennaio prossimo per rispondere, a vario titolo, di associazione per delinquere, violazione della legge Anselmi sulle società segrete, corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio. Prosciolto per avvenuta prescrizione l’ex procuratore generale di Potenza, Vincenzo Tufano, ora a riposo. L’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto della Repubblica di Catanzaro, Giuseppe Borrelli, e dal sostituto Simona Rossi ha preso le mosse da un presunto complotto finalizzato a calunniare l’allora sostituto procuratore di Potenza Henry John Woodcock (oggi pm a Napoli) e un poliziotto suo stretto collaboratore, accusandoli con lettere anonime indirizzate ai giornali e agli uffici giudiziari di Potenza di una serie di fughe di notizie su inchieste coordinate dallo stesso pm, poi dimostratesi del tutto infondate. Gli scritti, in particolare, avrebbero avuto il fine di delegittimare Woodcock che, insieme al suo collega Vincenzo Montemurro, ora in servizio alla procura di Salerno, indagavano sugli intrecci tra politici e criminalità lucana. Il fascicolo venne affidato alla Procura di Catanzaro competente per i procedimenti che riguardano magistrati in servizio in Basilicata.