05
Mar

Squillace, dall’antica ceramica ad un mondo di colore

Il luogo è fortemente caratterizzato dalla sua storia, è uno dei centri calabresi più noti sebbene, a differenza di altri, non sia sufficientemente conosciuto e visitato.
Parliamo di Squillace, in provincia di Catanzaro, e qui l’aspetto storico-culturale è decisivo; dall’insegnamento greco e poi romano fino alla monumentale figura di Cassiodoro (ve ne abbiamo parlato qui).
Poi tutte le vicende legate al profilo religioso, dalla Cattedrale al Museo Diocesano, e ad una storia i cui fasti raggiungono e superano il Medioevo (imponenti i resti del Castello, suggestivo invece il Ponte del Diavolo).
A Squillace, poi, fa mostra di se e della tradizione un’antica ed apprezzata sapienza artigianale, quella della ceramica realizzata con una tecnica particolare (ve ne abbiamo parlato qui) ma è proprio dalla tradizione che nel centro della provincia catanzarese entrando in una bottega è possibile compiere un lungo salto anche cromatico.

Le storiche ceramiche di Squillace sono caratterizzate da due colori, nel susseguirsi di vuoti e pieni; l’orizzonte di oggi invece racconta di un’arte che conserva il passato ma solletica ed asseconda il gusto dei consumatori, gli oggetti visibili e lucidi, i colori composti.
Nascono cosi nella bottega Decò art oggetti realizzati e dipinti a mano e dunque unici, statue, piatti colorati, volti, tazze, portafortuna; entrarci restituisce la sensazione dell’ingresso in una sorta di gigantesca ed ordinata cornucopia tanto sono abbondanti e fertili i colori e la creatività.