11
Nov

Simona Riso: spunta un testimone calabrese

Simona Riso, la 28enne trovata in fin di vita nel cortile dello stabile di via Urbisaglia la mattina del 30 ottobre e morta poche ore dopo al San Giovanni, sarebbe stata stuprata. Spunta, infatti, un supertestimone in possesso, secondo quanto dichiarato, di informazioni sulla presunta violenza sessuale subita dalla ragazza. I genitori della vittima sostengono la pista dell’omicidio volontario. Il supertestimone, calabrese, avrebbe conosciuto Simona da piccolo, quando la giovane viveva con la famiglia in Calabria.