31
Mar

Sequestrati reperti archeologici

Un’indagine della Procura di Palmi su un mercato illecito di beni archeologici ha portato al sequestro di monete di epoca greca, romana e medioevale, di statuine, anfore e monili in ceramica. L’operazione è stata condotta dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Reggio Calabria in collaborazione dei carabinieri del Nucleo tutela del patrimonio artistico di Cosenza. Tutto è partito dal ritrovamento di un bagaglio proveniente dal Messico con nove reperti archeologici nella disponibilità di due persone della provincia di Reggio Calabria. A casa di uno dei due, gli investigatori hanno poi trovato numerosi altri reperti. Al termine degli accertamenti tecnici, i reperti di provenienza europea saranno messi a disposizione della Soprintendenza archeologica, mentre per quelli di origine messicana sono state avviate le procedure per le restituzione con le istituzioni messicane.