25
Lug

Il “Sentiero del Brigante” segnalato ne “I luoghi del cuore” Fai

Oltre 650 mila voti in appena due mesi e mezzo (nella prima settimana erano già 100 mila) ovvero più del doppio della precedente edizione. È il record del nuovo censimento “I Luoghi del Cuore”, promosso dal Fondo Ambiente Italiano con Intesa Sanpaolo, attraverso il quale votare fino al 15 dicembre i beni, luoghi, siti italiani più amati e permettere loro di essere conosciuti, tutelati e valorizzati. A guidare la classifica generale provvisoria è il Castello di Sammezzano a Reggello (FI), già vincitore nel 2016, ma ancora in stato di stallo a causa della sua complicata situazione proprietaria. Secondo, il Ponte dell’acquedotto a Gravina in Puglia (BA), con la sua struttura ad archi lunga 90 metri. Terza, dopo aver dominato per tutto il primo mese, la città di Bergamo, simbolo dell’epidemia di coronavirus e di coesione sociale e civile. Non mancano segnalazioni di luoghi curiosi, come il Pozzo di Gammazita, fonte medievale che racconta lo
stretto rapporto fra Catania e le sue acque; la Funicolare del Campo dei Fiori a Varese, edificata nel 1911 in stile liberty; e cammini come il Sentiero del brigante a Santo Stefano in Aspromonte (RC). Fino all’Altopiano di Campitello di Sepino (CB), primo sito molisano nella storia de I Luoghi del Cuore a superare i 1.000 voti nel mese di luglio. Le due classifiche speciali di questa X edizione, vedono, tra gli altri, per l’Italia sopra i 600 metri, il borgo di Aielli (AQ) con il suo museo a cielo aperto di street art, e Visso (MC), borgo medievale dilaniato dal sisma del 2016; e per i

Luoghi storici della salute, lo Stabilimento Termale di Porretta Terme (BO) e la farmacia dell’Ospedale Fatebenefratelli a Jesi (AN). In palio, 50, 40 e 30 mila euro ai primi tre classificati;
altri 20 mila ai vincitori delle categorie speciali. Ben 250 i comitati spontanei già attivi, ma c’è tutto il tempo per votare, di persona nei beni del Fai o sul sito www.iluoghidelcuore.it .