27
Feb

Scoperto un laboratorio di armi e soldi falsi: a Crotone in manette un padre e i suoi due figli

Gli agenti della Questura di Crotone, della Squadra Mobile e del Reparto Prevenzione Crimine Calabria di Cosenza, nella serata di ieri hanno arrestato tre persone con l’accusa di fabbricazione e detenzione di armi da sparo clandestine in concorso tra loro e falsificazione, introduzione e spendita di monete, sempre in concorso. Si tratta di un padre e due figli, Sergio Santoro, 51 anni e Luciano e Gaetano Santoro, rispettivamente di 27 e 21 anni. Durante una perquisizione domiciliare compiuta dai poliziotti, sono state rinvenute, infatti, due pistole a salve modificate e potenziate, un fucile a canna mozza, una pistola in costruzione, circa 85 proiettili di vario calibro, un apparecchio elettronico per la rilevazione di microspie e 1200 euro in banconote false di vario taglio. Sgominati dunque un vero e proprio “laboratorio” ricavato nello scantinato della loro abitazione. (ANSA)