13
Apr

Scopelliti e Zoccali indagati dalla Procura di Catanzaro: l’accusa è di truffa e abuso d’ufficio

L’ex Governatore della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, rischia un nuovo processo. Il Pm di Catanzaro, Gerardo Dominijanni, infatti, ha chiuso le indagini relative al “caso Zoccali” e l’incarico da direttore generale ricevuto proprio da Franco Zoccali, secondo i pm, senza i requisiti e, soprattutto, senza un avviso pubblico che informasse della disponibilità del posto agli aspiranti interni per quel ruolo. Per il sostituto procuratore di Catanzaro, Zoccali sarebbe stato nominato in modo illegittimo perché senza una particolare specializzazione professionale, culturale e scientifica. L’indagine riguarda anche altri cinque indagati: l’accusa per Scopelliti e Zoccali è abuso di ufficio e truffa, cui si aggiunge solo per Zoccali, anche l’accusa di falso ideologico. Accusata di abuso d’ufficio e truffa anche Rosalia Marasco, dirigente regionale del settore personale mentre l’ex assessore regionale al Personale, Mimmo Tallini, il direttore generale del dipartimento Personale Umberto Nucara e il dirigente regionale di area legale, Sergio Tassone, sono indagati per abuso d’ufficio e hanno venti giorni di tempo per presentare le proprie memorie difensive.