30
Ago

Sbarco di migranti a Reggio Calabria: fermato presunto scafista

Vibo Valentia armi sorella arresto

Gli agenti della squadra mobile di Reggio Calabria hanno fermato, con l’accusa di essere un presunto scafista, un cittadino di origine yemenita ma di nazionalità somala, Osman Isaid Mahad di 38 anni.

Secondo quanto emerso dalle indagini coordinate dalla Dda di Reggio, il 38enne sarebbe stato al comando dell’imbarcazione sulla quale viaggiavano i 323 migranti sbarcati lo scorso 23 agosto al porto di Reggio Calabria.

All’uomo vengono contestati i reati di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, aggravati. Dalle indagini è emerso che i migranti a bordo di un barcone in legno, dopo avere pagato circa 4mila dollari americani a testa, sono partiti dalla Libia 2 giorni prima di essere soccorsi, con scorte di cibo e acqua insufficienti e in precarie condizioni igienico-sanitarie. Il gip ha convalidato il fermo disponendo la misura cautelare della custodia in carcere.