04
Dic

Sanità, domani l’incontro con il ministro Lorenzin. Oliverio prepara le catene?

Oliverio sanità Lorenzin

In attesa di capire se davvero si incatenerà a Palazzo Chigi, il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, si prepara all’atteso incontro che lo vedrà protagonista, domani, insieme al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

In ballo, come è noto, c’è il futuro sul commissariamento della sanità calabrese e la voglia di Oliverio di scrollarsi di dosso, finalmente, la presenza scomodissima del commissario per il piano di rientro, Massimo Scura.

La Regione e una larga maggioranza delle istituzioni calabresi si sono espresse chiedendo la fine della gestione straordinaria e la rinegoziazione del piano di rientro. La compattezza attorno ad Oliverio è stata ritrovata lo scorso 29 novembre con la conferenza dei sindaci: 350 primi cittadini calabresi hanno dichiarato di stare con lui e, di questo, il ministro Lorenzin potrebbe tenerne conto.

Domani, di fatto, Oliverio presenterà il suo piano politico alternativo al commissariamento, elencando tutte le difficoltà del sistema sanitario calabrese.

Dal canto suo, Massimo Scura, anche lui convocato per lo stesso giorno e la stessa ora, presenterà il suo dossier fatto di tabelle e numeri, quelli già noti da tempo e che hanno caratterizzato, fin qui, la sua gestione.

Le frecce nell’arco di Oliverio sono tante, dagli indicatori certificano il fallimento delle gestioni commissariali, al mancato risanamento economico, dal rispetto dei livelli essenziali di assistenza, all’emigrazione sanitaria passiva.