22
Ott

Roma, “Dama Nera”: in manette imprenditori e funzionari ANAS

Dalle prime ore dell’alba, circa 300 Finanzieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo 10 ordinanze di custodia cautelare emesse dal G.I.P. del Tribunale di Roma, nei confronti di 5 dirigenti e funzionari di ANAS SPA della Direzione Generale di Roma, 3 imprenditori, titolari di aziende appaltatrici di primarie opere pubbliche, un avvocato e un politico. Si tratta del calabrese Luigi Meduri, sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture per due anni, dal maggio 2006 al maggio 2008. Dal gennaio 1999 all’aprile 2000 aveva ricoperto, inoltre, la carica di presidente della Regione Calabria.

Il provvedimento cautelare è stato emesso sulla scorta degli elementi di reità, acquisiti nel corso delle investigazioni esperite dalle Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma. In totale sono 31 le persone indagate mentre sono state effettuate oltre 90 perquisizioni in Calabria, Lazio, Puglia, Campania, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Umbria, Piemonte, Veneto e Abruzzo, con il supporto anche dei Nuclei di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza alle sedi di Bari, Arezzo, Catanzaro, Catania, Gorizia, Cosenza, Padova, Messina, Siracusa, Udine, Torino, Vercelli e Venezia.

Le persone finite in carcere sono Antonella Accrogliano, classe ’61, dirigente responsabile del Coordinamento tecnico amministrativo di Anas Spa; Oreste De Grossi, classe ’56, dirigente responsabile del servizio Incarichi tecnici della codirezione generale tecnica; Sergio Serafino Lagrotteria, classe ’67 e dirigente area Progettazione e Nuove costruzioni; Giovanni Parlato, classe ’67 funzionario; Antonino Ferrante, classe ’61 funzionario. Ai domiciliari sono finiti Eugenio Battaglia, classe ’62, avvocato; Concetto Albino Bosco Lo Giudice, classe ’63, imprenditore di origini calabresi; Francesco Domenico Costanzo, classe ’62, imprenditore di origini calabresi; Luigi Giuseppe Meduri, classe ’42, già presidente della Regione Calabria; Giuliano Vidoni, classe ’45 titolare della Vidoni Spa, con sede legale a Travagnacco.