05
Mag

Rissa durante la partita: quattro Daspo ai giocatori della Ravagnese Calcio

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno notificato 4 provvedimenti di D.A.SPO. (Divieto di accedere alle manifestazione sportive) nei confronti di altrettanti giocatori della squadra di calcio “Sant’Elia Ravagnese Calcio”, i quali, nel corso dell’incontro valevole per il campionato di terza categoria, disputatosi presso lo stadio di Gallina lo scorso 19 marzo tra la loro squadra e l’“A.S.D. Audax Ravagnese”, dopo aver subito un goal su calcio di rigore concesso alla squadra avversaria, hanno accerchiato e spintonato l’arbitro con atteggiamento minaccioso, inducendolo a sospendere la partita, con il rischio concreto di dare origine ad una grave situazione di pericolo per la sicurezza pubblica e per l’incolumità dell’arbitro, dei tifosi e di tutte le persone presenti all’interno della struttura sportiva. Uno di loro, in seguito, con atteggiamento minaccioso, ha anche rincorso il direttore di gara per tutta la lunghezza del campo, costringendolo a rifugiarsi all’interno degli spogliatoi.  Si tratta rispettivamente di un 34enne, un 30enne, un 28enne ed un 22enne, tutti sottoposti a foto-segnalamento presso il Comando Provinciale Carabinieri. I provvedimenti, della durata di 1 anno, comprendono anche l’obbligo di presentazione alle Stazioni competenti sul luogo di residenza, mezz’ora dopo l’inizio del primo tempo e mezz’ora dopo l’inizio del secondo in occasione degli incontri di calcio disputati sia in casa che fuori casa dalla squadra “Sant’Elia Ravagnese Calcio”.