21
Apr

Io resto qua! Il film tutto calabrese sbarca ad Hollywood

La Calabria sbarca ad Hollywood e lo fa con “Io resto qua!”, un piccolo film indipendente sul tema della prevenzione. Scritto e diretto da Gianluca Sia e prodotto da Santo Spadafora per Calistrica International, Cinema Media e Società in collaborazione con l’associazione Senologia e Vita di Marisa Giglio che ha affiancato alla produzione la consulenza scientifica del dottor Francesco Mollo (senologo/chirurgo).
Il titolo è “Io resto qua! (Stay On!)”, ma l’opera invece va lontano e da quando è stata presentata al 74° Festival Internazionale del Cinema di Salerno nel dicembre 2020 ha ottenuto diversi riconoscimenti come il premio “Best Director” (miglior regista) al Vesuvius International Film Festival, il Best Feature (Miglior Film) al Berlin Indie Film ed una Menzione d’Onore all’Athens International Film Festival ed arriva a classificarsi in finale al New York Flash Film Festival (ancora in corso).
Nel mese di aprile però la svolta: “Io resto qua!” viene selezionato alla sedicesima edizione del Los Angeles Italia Film Fashion and Art Festival, manifestazione internazionale importantissima che si tiene al Chinese Theater di Hollywood sulla Walk of Fame e che anticipa gli Oscar di una settimana, alla presenza di grossi nomi dello star system. Questo a conferma che il racconto della storia di Erika che scopre di avere un cancro, usato come pretesto per interrogarsi sul senso della vita, ha colpito favorevolmente sia il pubblico che la critica.
La pellicola di Sia infatti è un’opera intimista che si concentra sull’unicità dell’umanità, puntando la sua macchina da presa sui volti e sulle anime che intrecciano il percorso della protagonista, interpretata da una straordinaria Stefania Mangia che divide la scena con gli altrettanto bravi Andrea Giuda, Patrizia La Fonte, Amelia Smolinska, Andrea Marozzo, Rino Amato e Marco Tiesi. Una menzione particolare va alla fotografia, azzeccatissima, di Mauro Nigro, alle make up artist Emilia Imbrogno e Graziella Cassavia, preziosissime per la ricostruzione fisica dei vari stadi della malattia visibili sul corpo della protagonista e alle musiche di Ivan Ritrovato che canta e arrangia anche il brano originale “La vita va…” scritto da Gianluca Sia. Anche se la realizzazione è stata lunga e complicata, “Io resto qua!” sta raccogliendo tante soddisfazioni regalando una spettacolare cartolina internazionale di una Calabria che può offrire molto e parlare di tutto anche fuori dai soliti cliché.