21
Gen

Regione Calabria: modificato lo Statuto Regionale e indicati i tre “grandi elettori”

Regione commissione

La giornata del Consiglio Regionale, è iniziata con una poco simpatica scritta “Oliverio nemico di Reggio” apparsa lungo un cavalcavia dell’autostrada A3, poi nel pomeriggio, la seconda seduta dell’assemblea di Palazzo Campanella, chiamata a discutere ed approvare importanti provvedimenti. Approvata a maggioranza, la riforma dello Statuto Regionale, anche grazie all’aiuto dei tre voti favorevoli dei consiglieri del Nuovo Centro Destra. Divisa invece Forza Italia, con i soli Tallini e Orsormarso che indicano voto contrario, e tutti gli altri astenuti. Grazie al nuovo Statuto dunque, il Presidente Oliverio potrà nominare 6 assessori esterni, e non più 3, potendo contare anche su un consigliere delegato. Approvato, non senza polemiche, anche l’emendamento presentato dal consigliere Flora Sculco che prevede il 30% di presenza femminile all’interno della nuova Giunta regionale. Le modifiche, non saranno immediatamente efficaci, dovranno essere nuovamente approvate e confermate tra 60 giorni. Slitta invece l’approvazione delle linee programmatiche del Governatore, saranno infatti illustrate in una riunione “ad hoc” del Consiglio. Infine l’indicazione a scrutinio segreto dei tre delegati per l’elezione del Presidente della Repubblica: a rappresentare la Calabria, saranno Mario Oliverio con 20 voti, Antonio Scalzo con 18 e, per la minoranza, Nazareno Salerno con 10 preferenze.