05
Mag

Reggio Calabria, detenzione di armi ed estorsioni: 4 fermi e un arresto (VIDEO)

carabinieri Reggio Calabria

Quattro persone sono state fermate a Reggio Calabria dalla Squadra mobile e dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia in esecuzione di provvedimenti emessi dalla Dda.

I fermati sono Gianfranco Musarella, di 39 anni, ed Antonino, Giovanni ed Alessandro Marra, di 37, 34 e 30 anni, accusati, a vario titolo, di estorsione, detenzione e porto illegali di armi, lesioni personali e danneggiamento mediante incendio, reati aggravati dalle modalità mafiose. (GUARDA IL VIDEO DELL’OPERAZIONE)

L’indagine e’ partita dalla denuncia presentata da una famiglia che gestisce una pizzeria a Reggio Calabria costretta a subire le richieste estorsive dei fratelli Musarella, Sebastiano, al momento detenuto, e Gianfranco. Le perquisizioni effettuate in occasione dell’esecuzione dei fermi hanno portato al ritrovamento di un arsenale composto da un mitra kalashnikov, una pistola mitragliatrice modello Uzi, quattro fucili, due carabine e cinque pistole.

Per la detenzione delle armi e’ stata arrestata in flagranza di reato Pamela Domenica Barillà, di 23 anni.

La donna e’ stata sorpresa nel casolare in cui era nascosto l’arsenale in compagnia di Giovanni Marra ed arrestata insieme a quest’ultimo.

LE PERSONE FERMATE: 

arresti reggio armi estorsione
Operazione “Lampo”