29
Ott

Reggio Calabria: allarme bomba alla procura generale

A distanza di quasi quattro anni dalla bomba che fu fatta esplodere davanti alla sede della procura generale a Reggio Calabria – nella tarda serata di ieri, davanti all’ingresso dell’edificio che ospita gli uffici dei magistrati – è stata trovata una bottiglia incendiaria con accanto un accendino. A segnalare la presenza della bottiglia incendiaria, una telefonata al 113. «Un messaggio inquietante che nasconde un significato evidente di minaccia, è chiaro che siamo preoccupati: l’episodio va decifrato, ma non vi è dubbio che si tratti di un fatto molto grave», ha dichiarato il procuratore generale Salvatore Di Landro.