07
Lug

Reggio Calabria, aiuti dalla cosca Pelle: condanna confermata per Santi Zappalà

La sentenza del secondo processo di secondo grado della Cassazione in merito al processo nato dall’operazione “Reale 2”, ha visto la conferma della condanna a 2 anni e 8 mesi per Santi Zappalà, l’ex consigliere accusato di corruzione elettorale aggravata. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, infatti, Zappalà avrebbe chiesto l’appoggio e i voti delle cosche di ‘ndrangheta dei Pelle, con alcuni degli uomini del clan coinvolti proprio nel processo Reale 2. Condanna confermata a 2 anni e 6 mesi per Francesco Iaria mentre Giuseppe Antonio Mesiani Mazzacuva, considerato il referente del clan Pelle per i contatti con la politica, è stato condannato a 2 anni e 6 mesi, assolto comunque dal reato associativo.