25
Gen

Reggina: dissequestrate le quote societarie di Lillo Foti

Così come richiesto dalla Procura generale, i giudici della Corte di Cassazione hanno disposto l’annullamento del provvedimento di sequestro preventivo adottato dalla Procura di Reggio Calabria e convalidato dal gip delle quote della Reggina Calcio e delle due società collegate, Amaranto Service e Ares, riconducibili all’ex presidente Lillo Foti, per mancanza di reato.

Il sequestro era stato disposto nel maggio del 2016 a pochi giorni dal tentativo dello stesso Foti di raggiungere il concordato fallimentare per rimanere alla guida della società.

La Cassazione ha così sottolineato “la mancanza del requisito soggettivo perché i fatti non sono contestati a un imprenditore individuale ma ad organi rappresentativi di società di capitali.”

“Un’amara soddisfazione”, questo invece il commento dei difensori di Foti.