10
Nov

Rapporto Svimez: “Pil in crescita al Sud dopo sette anni”

Servizi per l’Impiego

Un freno al vertiginoso crollo del Pil del Mezzogiorno. Dopo sette anni consecutivi, il Prodotto interno lordo cresce al Sud dell’1%.  Il dato è emerso nel ‘Rapporto sull’Economia del Mezzogiorno’ dello Svimez.

La crescita nel Sud ha beneficiato nel 2015 di alcune condizioni favorevoli: un’annata agraria particolarmente favorevole; la crescita del valore aggiunto nei servizi, soprattutto nel turismo e poi la chiusura della programmazione dei Fondi strutturali europei 2007-2013.

La crescita – secondo il rapporto Svimez – proseguirà anche nel 2016, a ritmi inferiori, per poi salire nuovamente nel prossimo anno. Si riduce comunque la forbice con il resto del Paese, con un gap con il Meridione che si ridurrà considerevolmente nel 2017.

Secondo i dati, aggiornati a novembre: nel 2016 il Pil italiano dovrebbe crescere dello 0,8%, +0,5% al Sud. Positivo “l’andamento dei consumi, stimato in +0,4% al Sud.

L’occupazione, dopo la drastica riduzione dal 100% al 40% degli sgravi contributivi, segna un +0,2% nel mezzogiorno.

Ancora meglio nel 2017: il Pil italiano dovrebbe aumentare del +1%, +0,9% al Sud. A concorrere positivamente l’andamento dei consumi finali,  stimato in +0,6% nel Mezzogiorno. Mentre “Sul fronte occupazionale, si prevede un aumento nazionale del +0,4%.