08
Giu

Il pungitopo, ornamento ma anche cibo

Il pungitopo è noto per il suo diffuso impiego nel periodo natalizio, sono infatti numerose le decorazioni che adornano case e giardini con il contributo determinante di questa pianta.
Grazie al verde delle sue foglie ed al rosso delle bacche il pungitopo, noto anche come agrifoglio, è uno dei simboli decorativi del Natale.

Il pungitopo figura nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Calabria perchè è possibile anche mangiarlo; particolarmente diffuso nel centro Europa anche nella nostra regione è conosciuto ed apprezzato.

Ad essere commestibili, con un sapore amarognolo, sono i suoi germogli che vengono preparati sott’olio.
I germogli di pungitopo sono molto diffusi nella cucina calabrese soprattutto in provincia di Reggio Calabria (San Pietro di Caridà ma anche sui monti della limina e a San Giorgio Morgeto) dove vengono indicati con l’espressione “vruscule sott’olio”, una conserva preparata in primavera con la sbollentatura dei germogli in acqua salata e aceto.

Sono ricchi di vitamina P, rafforzano i capillari e aiutano a prevenire alcune patologie legate alla circolazione.