11
Dic

Progetto Vacanza In Egitto – I Nostri Consigli Di Viaggio





Ottimo! Vi apprestate a partire alla volta di una delle terre più affasicnanti del pianeta: l’Egitto. Nella splendida Terra dei Faraoni vivrete un’esperienza di viaggio davvero unica tra paesaggi naturali mozzafiato, templi antichissimi, città riemerse dalle sabbie del deserto dopo anni di scavi, mummie, piramidi e sfingi. La cultura egiziana è a dir poco ricchissima, ma che dire delle spiagge e del mare cristallino e popolato di pesci coloratissimi?

Preparate, dunque, il vostro bagaglio portando con voi abbigliamento comodo, cappello da sole, bottiglietta d’acqua e, naturalmente, la vostra macchina fotografica.

Pillole Di Informazioni Base Sull’EgittoClima desertico dell'Egitto

Se è la prima volta che affrontate un viaggio in terra d’Egitto, sappiate che nei pressi delle attrazioni turistiche non sarà raro che qualche locale voglia avvicinarvi, magari per vendervi dei souvenir. Come carattere generale, il popolo egiziano si dimostra abbastanza accogliente, ma molto meno “invadente” fuori dai contesti turistici.

Per quanto riguarda il periodo dell’anno migliore per visitare la bellissima Terra delle Piramidi, puntate ai mesi di novembre e dicembre perché risultano più freschi ripetto alle torride estati del luogo (siamo praticamente nel deserto!). Tuttavia, se volete provare l’emozione di nuotare sottacqua accanto a dei bellissimi banchi di pesciolini, vi consigliamo di preferire i mesi primaverili, quando le acque sono più tiepide per immergersi. A proposito di mare, per i più temerari segnaliamo la località di Hurghada, dove tra ottobre e novembre si possono avvistare gli squali balena.

Sicurezza E Cultura

Molti turisti si domandano se l’Egitto sia, tutto sommato, una destinazione sicura per viaggiare. La risposta è che dipende dalla zona che volete visitare. Le stesse autorità del luogo sconsigliano il Nord Sinai e il Canale di Suez ai turisti stranieri, per esempio. Però, assoluto via libera per quanto riguarda le aree archeologiche di Luxor, Il Cairo, Aswan e, la già citata Hurghada, pressoché sempre sorvegliate dalla polizia.

Lo Stadio Emirates di LondraDa tenere a mente che l’Egitto è una nazione islamica, vale a dire che abiti troppo corti potrebbero attirare l’attenzione dei locali e, sebbene gli egiziani che vivono nei pressi di città turistiche siano abituati a vedere gli stranieri in pantaloncini, resta comunque buona norma evitare di girare troppo nudi.

Una volta in Egitto, potreste cogliere l’occasione anche per andare a vedere una partita di calcio: gli egiziani vanno matti per questo sport, forti del loro miglior giocatore di tutti i tempi, Mohamed Salah. Ma accanto alla Nazionale ed alle squadre locali, gli egiziani esprimono grande entusiasmo anche nei confronti dei club stranieri, primo tra tutti l’Arsenal FC, che di recente ha lanciato la nuova criptovaluta Arsenal. Si tratta dell’entrata del club nel mondo delle criptovalute, evento che sarà annunciato allo stadio Emirates di Londra e che segna l’inizio di una nuova stagione di partership tra i club sportivi e le compagnie che operano nel settore della finanza digitale.

Come Alloggiare In EgittoAlloggio fronte piramidi

Se la maggior parte dei turisti punta agli hotel, esiste pur sempre una crescente fetta di giramondo che sceglie soluzioni più economiche, o per risparmiare o per vivere un’esperienza più autentica.

Comunque sia, i prezzi degli hotel variano sensibilmente secondo la fascia cui appartengono. In media, una camera d’albergo con aria condizionata e bagno vi costerà l’equivalente di circa 20 dollari per notte. Per chi volesse, ci sono sempre gli ostelli, numerosi soprattutto nella zona de Il Cairo. Tuttavia, gli ostelli egiziani sono assai diversi da quelli nostrani, poiché sono appartamenti privati dei quali i padroni di casa decidono di affittare una o più stanze. Il bagno è condiviso ma, in compenso, si spende davvero pochissimo: più o meno 10 dollari.

Infine, per un trattamento all-inclusive in un resort nei pressi del Mar Rosso si può arrivare tranquillamente anche a 50 dollari per notte per persona. Notate anche che i tour offerti dai vari resort costano due (se non anche tre) volte più di quanto li potreste pagare online. Dunque, il consiglio è di prenotare le vostre escursioni online prima di partire, piuttosto che pagarle a prezzo maggiorato sul posto.

E se vi viene fame durante una passeggiata in città, contate pure sui ristoranti locali: con soli 5 dollari vi serviranno un primo piatto più insalata e birra. Anche qui, i ristoranti per turisti salgono su di prezzo, dai 10 dollari a persona in poi.

Come Muoversi

I trasporti pubblici egiziani sono decisamente abbordabili come prezzo (siamo sull’ordine di pochi centesimi). Al contrario, affittare un tassì per tutto il giorno vi verrà a costare qualcosa intorno ai 25 dollari. Non mancano i bus di lusso pensati per i turisti: per la tratta Cairo-Hurghada il biglietto costa circa 15 dollari, ma sono soldi ben spesi, dal momento che i bus economici non hanno aria condizionata, sono affollati, vecchissimi e sporchi.

Ecco una curiosità sui treni che sapere in anticipo vi risparmierà un bel po’ di quattrini: se a comprare il biglietto è un locale, il prezzo è di circa 13 dollari. Ma se a comprarlo è un turista straniero, allora il prezzo sale fino ad 80 dollari! Se potete, chiedete a qualcuno del posto di acquistare per voi i biglietti ferroviari; potreste sdebitarvi del favore lasciandogli un pensierino dall’Italia, come una cartolina o un piccolo souvenir.