28
Gen

Precari in Calabria verso la stabilizzazione

Il Presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, e l’Assessore al Lavoro e Formazione, Nazzareno Salerno, hanno illustrato, ieri, le iniziative della Regione volte al superamento del precariato in Calabria. La manifestazione si è svolta a Lamezia presso l’auditorium della Fondazione Terina.

“E’ la prima legge regionale in Italia che costituisce un albo – afferma Scopelliti – dando continuità per tre anni e non la solita proroga annuale che vedeva tutti impegnati a chiedere ed a richiedere una chance. Si tratta di tre anni con la certezza dell’opportunità di una stabilizzazione. Si tratta di un’azione concreta che offre risposte e prospettive serie ai tanti lavoratori che si trovano da anni in questa situazione. Dal Governo abbiamo avuto risposte importanti grazie al nostro impegno costante, ottenendo 50 milioni di euro che serviranno per far fuoriuscire dal bacino queste persone”.

“E’ stato messo un punto fermo per far sì che in questi tre anni si possa raggiungere l’obiettivo della stabilizzazione degli oltre settemila precari – ha dichiarato l’Assessore regionale al lavoro Nazzareno Salerno – con grandi difficoltà quest’anno abbiamo dato la copertura finanziaria per i prossimi tre anni e nessuno potrà dire che non c’è. Si tratta di un primo tassello che abbiamo inserito per avviare questo percorso virtuoso”. Questo specie se si considera il fatto che “essere precari, non solo significa non avere prospettive per il futuro, ma significa anche andare a chiedere un prestito in banca di duemila euro e vederselo rifiutato”.