20
Nov

Il platano monumentale millenario di Curinga si aggiudica il premio “Tree of the year”

I due mesi (dal 18 settembre al 18 novembre) durante i quali era possibile esprimere la propria preferenza online sono terminati e l’edizione 2020 di “Tree of the Year” (Albero dell’anno) si è ufficialmente conclusa ieri con una notizia che premia, tra i quattro monumenti della natura in concorso, un albero calabrese. Sul podio, al primo posto, con 49.664 preferenze, il Platano Orientale di Curinga, un gigante alto 21 metri e con una circonferenza di 12 metri. Circondato da un’aura di mistero e celebrato letterariamente, il Platano sarebbe stato piantato da uno dei monaci che 11 secoli fa abitavano il vicino Monastero Basiliano, risalente appunto all’anno mille.

Gli altri tre alberi in concorso erano il Platano dell’amore, piantato nel parco di Villa Riccardi Toscanelli, in provincia di Pisa, uno dei Platani di Villa Tasca a Palermo ed infine il Platano più alto d’Italia (55 metri) che si trova nel Parco del Castello di Agliè, in Piemonte. Il 21 novembre 2020, giornata nazionale dell’albero, l’albero vincitore sarà premiato all’interno delle manifestazioni del Treeart Festival e rappresenterà l’Italia nel contest internazionale del 2021.