03
Apr

Pasquetta in Calabria: in 4mila al Museo di Reggio. Mete turistiche prese d’assalto

Squillace cartina visit

Le condizioni meteo favorevoli e in linea con la stagione primaverile hanno fatto da cornice alla tradizionale giornata di Pasquetta dei calabresi fuori porta.

In tanti, infatti, si sono recati nei luoghi turistici più rinomati come Tropea, Le Castella, Pizzo e anche la Sila, dove in molti hanno approfittato della presenza della neve.

Ma, in Calabria, nell’ultimo weekend Pasquale, si è registrato un vero e proprio boom per i musei e i luoghi culturali, oltre 3.500 visite nel giorno di Pasqua, circa un migliaio a Pasquetta.

Il Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria, che ospita i Bronzi di Riace ma non solo, si conferma polo di attrazione di eccellenza ed i risultati dei due giorni di apertura in occasione del ponte – domenica gratis, lunedì a pagamento – lo confermano.

“Abbiamo ottenuto risultati lusinghieri – ha detto Giacomo Oliva, direttore della biblioteca del Museo – e l’obiettivo del direttore Carmelo Malacrino è creare eventi a cadenza periodica che diventano altro motivo di attrazione. Il museo non è più un luogo statico ma un luogo di cultura, con conferenze e concerti.”

Numerosi, ancora nel reggino, i visitatori a Gerace che ospita la Basilica più grande della Calabria per estensione. “Gerace – spiega Oliva – ha un centro storico d’eccellenza perché è uno dei pochi che mantiene intatto il tessuto urbanistico originale.” Qui, oltre alla Cattedrale, è possibile ammirare anche il Museo della Cattedrale, quello civico ed il centro storico, vero polo di attrazione.