17
Set

Paola, Aurea 2015: Turismo religioso, un settore in crescita

Un business in crescita, un settore che in Italia pesa per una percentuale vicina al 2% sul totale dei flussi turistici, con una prevalente quota di domanda di turisti internazionali. Parliamo di turismo religioso. Anche quest’anno nel Santuario Basilica dedicato a San Francesco, a Paola, si è svolta la quarta edizione della Borsa del Turismo Religioso e delle Aree Protette.

Buona parte dei turisti religiosi ricorre all’ausilio di tour operator o agenzie di viaggio per cercare di soddisfare il proprio desiderio di vacanza, con una percentuale che in alcune aree sfiora il 50%. 4 visitatori su 10 hanno tra i 30 e i 50 anni, mentre 2 su 10 effettuano un viaggio religioso in compagnia di un amico o grazie ad un tour organizzato, quasi il 15%, invece, decide di partire con la famiglia. Dati in crescita, soprattutto nella nostra regione.

La borsa del turismo religioso è un’occasione importante per il mercato turistico calabrese. La Calabria, ospiterà fino a sabato, centinaia di buyers provenienti da ogni parte del mondo e sellers provenienti dalle principali location religiose calabresi. Ai turisti sono stati illustrati gli itinerari di fede e i percorsi naturalistici, con un occhio attento alla valorizzazione delle eccellenze del territorio,

Soddisfatto il Dirigente generale del Dipartimento regionale “Turismo” Pasquale Anastasi: “Per il quarto anno consecutivo la Calabria ospita “Aurea, la Borsa del Turismo Religioso e delle Aree Protette, la più importante iniziativa del settore. È chiara intenzione della Presidenza e del Dipartimento Turismo e Beni Culturali, continuare nell’opera dipromozione dell’offerta turistica della nostra regione, facendo sì che,attraverso un continuo confronto culturale, religioso e operativo, si possano incontrare e conoscere le imprese del turismo, gli esperti delsettore e gli operatori, per elevare e orientare la qualità dell’offerta tstessa. Sosteniamo fortemente Aurea perché consente alla Calabria di presentarsi con un nuovo modo di promuovere i territori, elementi originali di un’offerta turistica che soddisfa le mutate esigenze del viaggiatore per fede”.