10
Ago

Omicidio Pagliuso: sui social la reazione della città. Ida D’Ippolito, “ti piango come un figlio”

C’è chi sceglie di non scrivere e laconicamente affida a facebook solo poche parole “non dico nulla”, chi riversa sulla tastiera del computer tutta la propria rabbia qualificando l’omicidio di Francesco Pagliuso come l’ultimo e drammatico esempio di una città incapace di mettere all’angolo – e definitivamente – le logiche criminali.
Lamezia Terme stamane è scossa, perché questa volta i colpi sono andati drammaticamente a segno, non solo all’indirizzo della vittima, un giovane ed affermato professionista di appena 43 anni, ma anche nei confronti di una comunità che dopo aver acquistato fiducia, grazie alle decine e decine di arresti che hanno sgominato intere cosche di ‘ndrangheta, si (ri)scopre indifesa con un delitto le cui modalità sono, oggettivamente, inquietanti.
Sui social le reazioni sono a decine, tra i primi ad esprimere la propria commozione il Presidente dell’Ordine degli Avvocati, Antonello Bevilacqua: “Oggi un’altra pagina buia, molto buia, è stata scritta in questa citta’!
fb bevilacqua

“ti piango come un figlio e ti stringo al mio cuore” sono le parole commosse che sceglie l’ex senatore Ida D’Ippolito in un post denso di ricordi.
fb d'ippolito

Amarezza per esprime l’ex candidato a sindaco di Lamezia Terme, Pasqualino Ruberto “ Una città dove sembrano sempre più svanire le speranze, la mano maledetta della criminalità che la fa ritornare in un barbaro stato che lascia attoniti.
fb ruberto