27
Apr

Omicidio Lettieri, Salvatore Fuscaldo ha confessato

Salvatore Fuscaldo, vicino di casa di Antonella Lettieri, la commessa 42enne barbaramente uccisa lo scorso 8 marzo a Ciro’ Marina, ha confessato il delitto.

L’annuncio è arrivato ieri sera durante la trasmissione Quarto Grado in onda su Rete 4. Fuscaldo, arrestato pochi giorni dopo l’omicidio, aveva sempre respinto le accuse professandosi innocente. Ieri il crollo, durante un interrogatorio nel carcere di Castrovillari dov’e’ attualmente recluso. Fuscaldo ha confessato agli inquirenti il delitto e sollevato da ogni responsabilità la moglie Caterina, migliore amica della donna, e i due figli.

Ma le dichiarazioni del bracciante agricolo, “sono oggetto di attenta verifica perche’ il suo racconto presenta molte lacune”. A riferirlo e’ stato il comandante dei carabinieri che ha coordinato le indagini, Salvatore Gagliano. “Non e’ escluso, infatti – ha proseguito l’ufficiale – che quella di Fuscaldo non sia una confessione spontanea, ma sia stata motivata dagli incontestabili elementi di prova raccolti a suo carico.” Lunedì scorso, alcuni giovani durante un pic nic di pasquetta avevano ritrovato un martello insanguinato, adesso al vaglio dei Ris, ma che nella più probabile delle ipotesi potrebbe essere l’oggetto con cui l’assassino avrebbe ucciso la Lettieri.

Resta aperta solo la pista sentimentale. Adesso resta solo da ricostruire l’esatta dinamica del delitto e chiarire alcuni aspetti del movente.