10
Dic

‘Ndrangheta Reggio: pesanti condizionamenti dulle “regionali” 2010

Emergerebbero pesanti condizionamenti elettorali nell’inchiesta che ha portato ai 25 fermi della Polizia di Stato nei confronti della cosca di ‘ndrangheta Tegano, oggi a Reggio Calabria. Il riferimento è alle consultazioni elettorali del 2010 quando venne rinnovato il precedente consiglio regionale. Secondo quanto emerge dall’inchiesta, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia reggina, uno dei maggiori esponenti della cosca si sarebbe attivato anche presso altre consorterie della provincia per raccogliere consensi per Nino De Gaetano, ex esponente di Rifondazione comunista che oggi fa parte del Pd. Nel covo di Giovanni Tegano c’erano santini e materiale elettorale dell’ex consigliere regionale.