14
Mar

‘Ndrangheta, processo “Fiore” contro il clan Gallico: condannati tutti gli imputati

Il gup Lauro ha condannato tutti gli imputati coinvolti nel processo “Fiore”, accusati a vario titolo di associazione per delinquere di stampo mafioso, usura ed estorsione entrambi reati aggravati dalle modalità mafiose. Condannato a nove anni di reclusione Antonio Cosentino mentre è di otto anni di reclusione la pena inflitta a Ivan Nasso e Loredana Rao. Domenico Nasso è stato condannato dal gup a sette anni e sette mesi, sette anni di carcere la condanna inflitta ad Emanuele Cosentino e Rocco Bartuccio, cinque anni e quattro mesi per Antonino Gallico, quattro anni e quattro mesi per Rocco Brunetta.  Secondo il gup, gli imputati sono tutti coinvolti in un sistema di estorsioni imposto dal clan agli operatori economici di Palmi, cui regolarmente veniva chiesto di “offrire” un “fiore” per i detenuti, un sistema ideato e coordinato dal figlio sedicenne del boss Rocco Gallico, a giudizio di fronte al Tribunale dei minori.