06
Apr

‘Ndrangheta, in manette 76enne affiliato al clan Commisso di Marina di Gioiosa Jonica

I carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno tratto in arresto Salvatore Commisso, 76enne del posto, già noto alle Forze dell’ordine, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria.

L’uomo, riconosciuto definitivamente colpevole di associazione di tipo mafioso, è stato tradotto presso il carcere di Locri, dove dovrà espiare la pena residua di un anno di reclusione. La condanna è relativa all’operazione “Falsa Politica” le cui indagini hanno consentito di accertare l’appartenenza di Commisso alla locale operante a Marina di Gioiosa Jonica e oltre i confini nazionali in Canada, nella città di Toronto, con la carica di “mastro di giornata” e con la dote di “quartino”.

L’uomo avrebbe contribuito a dirigere e coordinare il sodalizio prendendo le decisioni più rilevanti, impartendo ruoli e disposizioni agli altri associati, partecipando ai riti di affiliazione e di conferimento di doti. Inoltre, lo stesso, avrebbe curato i rapporti con Giuseppe Commisso di Siderno detto “il mastro”.