18
Feb

‘Ndrangheta in Lombardia, fermate 28 persone: blitz anche a Crotone e Reggio Calabria

I carabinieri del comando provinciale di Milano, hanno eseguito una vasta operazione anti ‘ndrangheta che vede coinvolte 28 persone, accusate a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, usura, estorsione e rapine. L’operazione denominata “Crociata” ha portato ad arresti e sequestri anche in Brianza, a Bari ed in Calabria, a Crotone e Reggio Calabria. Tra gli arrestati, una persona di origini albanesi mentre due componenti dell’organizzazione criminale sono riusciti a fuggire all’arresto. Undici indagati sono accusati di appartenere al clan Muscatello di Mariano Comense, retto dal boss  Salvatore Muscatello di 81 anni, originario di Sant’Agata del Bianco in provincia di Reggio Calabria. (VIDEO)

L’indagine è stata avviata addirittura tre anni fa, nel gennaio 2013, ed ha portato all’arresto di nove soggetti ed al sequestro di circa 200 chili di droga.

I carabinieri hanno ricostruito le dinamiche criminali del traffico internazionale di stupefacenti destinati ai mercati lombardi, calabresi e pugliesi, documentando casi di estorsione, usura, rapine e controllo del territorio. Nella zona della Bassa comasca e quella della Brianza lecchese è forte la presenza della ‘ndrangheta. Ma nell’inchiesta “Crociata” è finita anche una lite all’interno dei clan del Nord. Lo scoppio di una possibile guerra per il controllo dei business in un territorio vasto e particolarmente ricco.