18
Nov

Nardodipace: Loielo torna sindaco, il comune era stato sciolto per mafia

Romano Loielo si riconferma sindaco di Nardodipace, dopo aver ottenuto, alla guida della lista civica “Uniti per Nardodipace”, 541 voti pari al 57,37%, contro i 368 (39,02%) dello sfidante Antonio De Masi (lista civica “Ramoscello d’Ulivo”), e di Antonio Cosma Montagnese (Lista civica “Nuova”) fermo al (3,60%). 943 i votanti, due schede nulle e otto bianche.

A Nardodipace si è tornato a votare dopo la decisione del Consiglio dei ministri di sciogliere l’amministrazione comunale per mafia. La commissione d’accesso fu disposta nel settembre del 2008 dall’allora prefetto di Vibo Valentia, Ennio Mario Sodano, per presunte infiltrazioni mafiose nel Comune a seguito di una inchiesta della Procura antimafia di Catanzaro.