15
Lug

A Nardodipace la prima edizione del “Megalithos Festival”

«Un mistero irrisolto quello delle strutture ciclopiche, opera immane di un popolo antico che fece grande il destino della Calabria in un epoca lontanissima, circa 5000 anni prima di Cristo, oltre 7.000 anni fa. I Megaliti di Nardodipace, in provincia di Vibo Valentia, faranno da originale e affascinante cornice alla Prima edizione del “Megalithos Festival” – si legge in una nota – che si terrà negli ultimi due fine settimana di luglio (sabato 17 e domenica 18 luglio; sabato 24 e domenica 25 luglio)». Una occasione per richiamare l’attenzione sulla la natura antropica delle “Pietre incastellate”, argomento su cui gli studi non sono sufficientemente sviluppati, e diverse prese di posizione ufficiali negano la natura antropica delle “Pietre incastellate”. Attraverso delle suggestioni artistiche, secondo un modello di turismo qualificato, non invasivo, e fortemente interessato alla conoscenza della storia e del territorio, il “Megalithos Festival” – promosso dal Comune di Nardodipace e co-finanziato dal Pac Calabria 2014-2020 (azione 1, tipologia 1.3, annualità 2019) – si propone di accendere i riflessioni su questa realtà. Il progetto è stato realizzato con la collaborazione delle Associazioni “Stilaro Trekking”, “Casale” di Fabrizia e “Solo Sentieri”. Tutti gli eventi si svolgeranno accanto ai geositi, dando a molti visitatori l’opportunità di scoprirli e forse anche di conoscerli, e di valorizzare quella che potrebbe essere una risorsa del territorio attualmente sottoutilizzata. In pochi infatti, nella stessa Calabria, conoscono l’esistenza di questi megaliti: il Festival si propone di realizzare al contempo una esperienza sportiva, naturalistica, sensoriale, culturale, educativa, alternativa agli standardizzati modelli del consumo».

Il programma