11
Set

Namibia: il più antico deserto del mondo (VIDEO)

«In Africa c’è un proverbio che recita: «Ciò che l’occhio ha visto il cuore non dimentica». Influenzata da varie culture e rinata dalle ombre dell’apartheid, la Namibia è simbolo dell’unità nella diversità: l’incontro di grandi gruppi etnici.

Quello proposto da National Geographic è un viaggio che consente di salire sulle dune di sabbia più alte del pianeta per poi scendere e attraversare il canyon più profondo dell’Africa. Il deserto consente al viaggiatore di godere a pieno della propria libertà.

Quattro diversi paesaggi Namib, il deserto costiero che corre lungo il paese caratterizzato da dune, fiumi secchi e canyon. Kalahari, si distingue per la sabbia rossa e la vegetazione sparsa. Kavango e Caprivi, bagnati da abbondanti piogge e caratterizzati da foreste tropicali, fiumi e savane nei boschi.

«La Namibia è una terra di orizzonti infiniti». I namibiani sono costantemente impegnati a proteggere le risorse naturali e la ricchezza della fauna selvatica. L’arte delle conservazione spinge il popolo africano a vivere fianco a fianco con la fauna selvatica, compresi predatori e grandi mammiferi.

E per chi ha voglia di vivere a pieno questa straordinaria terra, oltre al silenzio, ai colori di un panorama mozzafiato ed alla natura incontaminata: la Namibia offre altre interessanti opportunità.

Il mare, con la pratica del Kitesurf, windsurf e le crociere con i delfini; la terra, con le avventurose escursioni; il cielo, per chi pratica paracadutismo e sogna forti emozioni; la sabbia, attraversando il deserto a bordo di un quad o praticando il sandboarding, attraversando le dune situate intorno alle città che si affacciano sull’Oceano Atlantico.