17
Mar

Matteo Salvini a Lamezia: “Vogliamo governare la Calabria” – VIDEO

Matteo Salvini Lamezia

“Onorato del voto in Calabria. Sono qui per servire e non per servirmi”. Così Matteo Salvini, leader della Lega e neo eletto senatore proprio in Calabria, in visita a Lamezia Terme, prima tappa del mini tour nella nostra regione e prima di recarsi a Rosarno.

Salvini, accolto da qualche centinaio di persone festanti, ha così voluto ringraziare i suoi elettori, regalando sorrisi, abbracci e tanti selfie, prima di dedicarsi ai discorsi di ben altro tenore.

“Manterremo i piedi per terra – ha detto – nessuno deve esaltarsi. Vedrò di meritarmi tutta questa fiducia, partendo proprio dal lavoro mentre gli altri parlano di problemi che non esistono la Calabria e il nostro Paese hanno bisogno di concretezza e sicurezza.”

Il risultato elettorale, evidentemente, è andato ben oltre le aspettative della Lega e dello stesso Matteo Salvini: “Sono sorpreso dal risultato elettorale, non me l’aspettavo così bello. Mi riempie di gioia e anche di responsabilità. Ci sono i dati sul lavoro che vedono i giovani calabresi fra gli ultimi in Europa e costretti a scappare. Parlare poco e fare tanto.”

Poi è tempo di affrontare i nodi cruciali, punti cardini della campagna elettorale della Lega in Italia e soprattutto in Calabria:

“Lavoro e immigrazione sono direttamente collegati. Non si possono avere migliaia di disperati pronti ad essere sfruttati e schiavizzati, primo perché non è morale e non giusto, secondo perché il lavoro merita dignità, terzo perché i calabresi hanno diritto a poter stare qua senza dover scappare. Un’immigrazione positiva, controllata e qualificata significa più lavoro anche per i calabresi.”

Salvini ha le idee chiare anche sul futuro politico della Calabria. L’obiettivo è quello di strappare il potere al Partito Democratico e prepararsi a governare la Regione:

“Il PD – ha concluso Salvini – ha riempito di parole i calabresi. Il nostro prossimo obiettivo è governare la Calabria partendo dalla sanità e dalle infrastrutture perché è inutile avere una bella terra se non c’è modo di raggiungerla facilmente. Ci prepariamo a governare questa regione da qui a un anno.”