23
Mar

Matacena: “Se mi succede qualcosa, svelo tutto sulle tangenti dell’affare Telekom Serbia”

Matacena

Pesanti affermazioni rilasciate all’Ansa da parte di Amedeo Matacena: “Se dovesse succedere qualcosa a me o ai miei familiari, verrebbero pubblicati in Italia i numeri dei conti correnti svizzeri sui quali sono state depositate le somme delle tangenti dell’affare Telekom Serbia” e da Dubai, dov’è attualmente latitante dal 2013, l’ex parlamentare non risparmia neanche FI: “FI mi ha usato come uno straccio vecchio”. Ricordiamo che Amedeo Matacena, il 21 giugno 2013, su ricorso straordinario, è stato condannato dalla Cassazione di Reggio Calabria, alla pena detentiva di 3 anni più l’interdizione perpetua dai pubblici uffici per concorso esterno in associazione mafiosa per aver siglato un patto con la ‘ndrina Rosmini di Reggio Calabria e che ha visto coinvolti anche Claudio  Scajola, l’ex ministro dello sviluppo economico, accusato di averne favorito la latitanza di Matacena.