03
Gen

Marrelli Hospital, al via la petizione per chiedere un tavolo al Ministero

Il mancato riconoscimento del budget da parte dei commissari alla sanità, ha scatenato l’ira dei vertici del Marrelli Hospital, struttura sanitaria privata crotonese che riceverà in base al decreto firmato da Scura ed Urbani, poco meno di tre milioni di euro a fronte di una richiesta pari a otto milioni.

E così da settimane, vi raccontiamo delle manifestazioni, degli incontri e dei continui contatti tra i vertici del Marrelli, le istituzioni ed i rappresenti politici calabresi regionali e nazionali.

Ma oggi, la querelle legata al futuro della struttura crotonese si tinge di giallo. Un mistero legato ad una presunta pec che il capo di gabinetto del ministero alla Salute ha detto di aver inviato al sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, che però afferma di non aver mai ricevuto.

Nella pec sarebbe contenuta la richiesta di un tavolo tecnico al ministero della Salute, per trovare una soluzione definitiva al problema. Un altro giallo, malo digerito dai promotori del comitato “Noi vogliamo il Marrelli Hospital” che hanno dato il via ad una raccolta firme per sollecitare l’intervento del governo centrale. Nella petizione gli 80 dipendenti della struttura sottolineano la bontà del progetto del Marrelli, che non solo garantirebbe una diminuzione dei numeri legati all’emigrazione sanitaria, ma permetterebbe a molti pazienti calabresi di evitare estenuanti viaggi per effettuare esami e controlli godendo di una struttura all’avanguardia, con a disposizione macchinari di ultima generazione ed eccellenti professionisti .