16
Lug

Malta, il porto colorato di Marsaxlokk

La Baia di Marsaxlokk è il secondo porto naturale, per ampiezza, di Malta. È il posto ideale per ammirare i tradizionali e coloratissimi pescherecci maltesi, i “Luzzi”, con il loro occhio mitologico dipinto sulle prue. Questo villaggio è il più importante porto peschereccio delle isole, e il mercato del pesce della domenica è un’occasione imperdibile per partecipare alla vita locale e conoscere meglio le attività tradizionali. I banchi traboccano della pesca notturna: pesce di ogni tipo, di ogni colore e di ogni misura. Nel villaggio si trovano molti ottimi ristoranti di pesce. Marsaxlokk deve il proprio nome alla parola araba ‘marsa’, che significa porto, e alla parola maltese ‘Xlokk’ (in italiano ‘scirocco’) che indica il vento mediterraneo proveniente da sud-est.

Marsaxlokk, con il suo porto riparato, è stata una facile terra d’approdo per i pirati e per i Turchi. È qui, infatti, che i Turchi Ottomani sbarcarono per sferrare il loro attacco che culminò nel Grande Assedio del 1565. L’esercito di Napoleone arrivò qui nel 1798; e in tempi più recenti, nel 1989, il porto è stato lo scenario del summit Bush-Gorbachyov. Il promontorio alla sinistra della baia è Delimara. Questa striscia di terra ha due splendide insenature rocciose nascoste, perfette per la balneazione: Peter’s Pool e la parte più estrema del promontorio. Fort Delimara, nella zona occidentale della penisola, fu costruita dagli inglesi nel 1881 per proteggere l’accesso a Marsaxlokk.