21
Gen

Le castagne al mosto cotto, sapori della Sila

In Calabria, per la particolare conformazione del territorio e per il clima, le castagne sono un prodotto di ottima qualità frutto di una ricca biodiversità.
E le castagne – che appartengono alla tradizione produttiva regionale – vengono utilizzate per tantissime ricette, quella di cui parliamo oggi le vede in abbinamento con il mosto.
Si tratta di una ricetta inserita dal  Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Calabria.

Gli ingredienti sono pochi: castagne silane, mosto di uva fragola, acqua, zucchero.

Le castagne, prive della buccia, vanno bollite in acqua e zucchero, poi fatte raffreddare e messe in un vasetto di vetro richiudibile.
Nel vasetto, da conservare al buio, va versato il mosto cotto sino a ricoprire interamente le castagne che poi possono essere consumate anche durante la stagione primaverile o estiva accompagnandole con gelato alla crema, alla vaniglia o alla panna.
Le castagne cosi confezionate sono un ottimo dessert in uso soprattutto in montagna (dove lo si serve anche con ricotta fresca).
Il mosto cotto può essere acquistato o anche prodotto autonomamente, si tratta di mosto di uva non fermentato e concentrato grazie ad una lunga cottura.