09
Dic

Lamezia Terme, picchia e molesta ex: arrestato un 51enne

Lamezia violenza

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Lamezia Terme hanno arrestato P.F., di 51 anni, già noto alle forze dell’ordine, per stalking.

Le indagini, svolte dagli investigatori dell’Ufficio anticrimine del Commissariato, che sono riusciti ad ottenere la collaborazione della vittima e poi anche di alcuni testimoni, avrebbero evidenziato che l’uomo, spesso in stato di ubriachezza, aveva anche sottoposto la moglie, nel periodo della loro convivenza, ad una serie di atti violenti, prendendola a schiaffi e calci e colpendola con un pugno alla testa che le aveva provocato lesioni alla tempia, causandole così sofferenze, umiliazioni e privazioni, minacciandola continuamente di morte facendo riferimento agli episodi di cronaca riferiti dai media e dicendo che anche di lei, a breve, avrebbero parlato i telegiornali.

Le minacce sono state rese ancora più gravi dal fatto che l’uomo si è dimostrato particolarmente violento quando si è trovato in stato di ubriachezza. L’uomo è arrivato a telefonare alla ex fino a centinaia di volte nella stessa giornata, come appurato dagli agenti anche con accertamenti tecnici. Infine aveva minacciato telefonicamente l’anziana suocera di uccidere l’ex moglie, e minacciato la stessa ex moglie di ucciderla in occasione dell’udienza di separazione, che si sarebbe tenuta a breve.

Una situazione che ha indotto il pm di Lamezia Terme, Luigi Maffia, ad agire a tutela della vittima, richiedendo con estrema celerità la custodia cautelare in carcere. Richiesta accolta dal gip ed eseguita dalla polizia.