07
Feb

Lamezia Terme, in auto con 300 grammi di cocaina: condannato a 2 anni e 8 mesi

Lo scorso 29 dicembre era stato arrestato dagli uomini del Nucleo Mobile delle fiamme gialle di Lamezia Terme (guidate da Ten. Col. Fabio Bianco), dopo essere stato trovato in possesso di 300 grammi di cocaina a bordo della propria auto, sulla statale ‘dei due mari’, all’altezza dello svincolo di Lamezia Terme Sud.

Ieri, il 48enne Salvatore Pititto, originario di Mileto, al termine del processo tenutosi presso il tribunale di Lamezia Terme, è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione e al pagamento di  12.000 euro di multa, pena inflitta dal Giudice Luana Loscanna su richiesta del P.M. Marta Agostini.

Pititto ha beneficiato di uno sconto di pena perché ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato.

Nel corso dell’udienza di convalida dell’arresto, Pititto dichiarò al Giudice che avrebbe dovuto consegnare la cocaina nei pressi del centro commerciale di Maida, ad una persona della quale però, non fornì alcun elemento utile ad identificarla ed al termine dell’udienza riuscì ad ottenere gli Arresti domiciliari.

Tuttavia, il 24 gennaio scorso, per il 48enne si erano riaperte le porte del carcere in seguito all’operazione “Stummer” condotta sempre dalla Guardia di Finanza.

L’uomo, infatti, fu  sottoposto a fermo di indiziato di delitto, ordinato dal Proc. Nicola Gratteri e dall’aggiunto Bombardieri perché ritenuto facente parte di una vasta organizzazione criminale dedita al traffico di droga con i cartelli colombiani.