27
Gen

Lamezia Terme (CZ): Domenico Maria Gigliotti ucciso da quattro colpi di pistola

Domenico Maria Gigliotti, l’imprenditore 40enne brutalmente ucciso e bruciato all’alba di domenica in contrada Quattrocchi a Lamezia Terme, è stato freddato con quattro colpi di pistola che lo hanno raggiunto alla testa ed al torace.

Questo è quanto è emerso dall’autopsia disposta dal sostituto procuratore della Repubblica di Lamezia Terme, Santo Melidona, ed eseguita, come previsto, ieri nel tardo pomeriggio.

Sul luogo dell’omicidio inoltre, gli investigatori non hanno ritrovato bossoli probabile, dunque, che i sicari abbiano usato una pistola a tamburo. Gli investigatori, allo stato, non escludono alcuna ipotesi sul movente del delitto, compiuto secondo gli inquirenti da più persone e da professionisti.

In particolare, gli inquirenti stanno battendo tutte le piste probabili: Gigliotti era infatti già noto alle forze dell’ordine per essere rimasto coinvolto in alcune indagini sulle cosche lametine e, insieme alla moglie, Rosa Curcio, gestiva l’agenzia di viaggio “Easy Flyght” coinvolta nei mesi scorsi in un’indagine della Guardia di Finanza, per una presunta truffa legata alla vendita di crociere e viaggi “fantasma”.