30
Gen

Lamezia, interruzione di pubblico servizio: 7 indagati tra Sorical e Multiservizi | I NOMI

Lamezia Sorical Multiservizi

Il gruppo della guardia di finanza di Lamezia Terme, su mandato della Procura della Repubblica lametina, sta eseguendo le perquisizioni delle sedi della società “So.ri.cal. S.p.a.” di Catanzaro e “Lamezia Multiservizi s.p.a.” della città della piana.

Contestualmente sono stati notificati a sette responsabili – tre della partecipata lametina e quattro per la società di Catanzaro – altrettanti avvisi di garanzia.

Le operazioni, dopo i preliminari approfondimenti investigativi eseguiti dai finanzieri su delega dell’ufficio della Procura, sono motivate dall’ipotesi di reato di interruzione di pubblico servizio, con riferimento alla mancata erogazione – per diverse ore della giornata ed in varie zone di Lamezia terme – di acqua corrente, sia nelle abitazioni dei cittadini, che presso gli esercizi pubblici e le infrastrutture essenziali alla comunità.

Contemporaneamente alle attività di perquisizione, ai sette dirigenti indagati viene notificato anche l’invito a rendere interrogatorio presso questa procura della repubblica, finalizzato ad approfondire e riscontrare gli esiti delle indagini finora svolte, nonché’ a verificare l’eventuale coinvolgimento di ulteriori soggetti responsabili di fattispecie di reato.

I NOMI | Per la Multiservizi gli avvisi di garanzia sono stati notificati a Paolo Villella, dirigente responsabile dell’ufficio Servizio Idrico; Santina Vecchi, responsabile amministrativa del Settore Idrico e Mario Perri, coordinatore dell’area Aquedotto e fognature della società lametina. Per la Sorical sono invece indagati Sergio De Marco (dirigente responsabile dell’area operativa), Massimo Macrì(responsabile del compartimento centro), Luciano Belmonte (responsabile dell’ufficio di zona di Lamezia Terme) e Gianluca Pugliano (responsabile del compartimento nord).