01
Set

Lamezia e il Psc che divide la maggioranza. Piccioni: “Mascaro è in ritardo su tutto” | VIDEO

Lamezia commissione d'accesso

Da giorni, sulla scena politica di Lamezia Terme, si è abbattuta una nuova tempesta di polemiche, l’ennesima da quando a guidare la città della Piana c’è il sindaco, Paolo Mascaro.

Il pomo della discordia all’interno della Giunta lametina è stata l’approvazione del nuovo Psc, il Piano strutturale comunale, strumento fondamentale per definire le strategie dell’intero territorio, legate a doppio filo con gli indirizzi urbanistici della Regione Calabria.

Il disco verde dall’amministrazione, però, non solo è arrivato con 8 mesi di ritardo – la data fissata era gennaio 2017 – ma sfruttando il voto del sindaco e di soli altri 3 consiglieri comunali.

Ma a pesare è stata l’astensione dell’Astorino, comunque decisiva per garantire il numero legale, e l’assenza di due componenti dell’esecutivo, tra cui il vicesindaco Massimiliano Tavella.

Emblematica, inoltre, la mancanza di un assessore all’Urbanistica, così come sottolineato dal consigliere di opposizione, Rosario Piccioni, che non ha esitato a definire la vicenda una vera e propria farsa.

“Il sindaco – afferma Piccioni ai nostri microfoni – aveva detto che questa delibera sarebbe stata pronta già a gennaio ma, come è evidente, ci sono voluti altri 7 mesi. Noi non ci meravigliamo perché questa amministrazione è in continuo ritardo su tutto.”

“E’ una pagina – continua Piccioni – che sicuramente aprirà nuovi scenari perché ora ci sarà un lungo lavoro nelle commissioni consiliari e poi anche in consiglio comunale. Io ho già detto la mia ma prima di prendere una posizione su questo Psc voglio vedere le carte, cosa che ad oggi ancora non è possibile.”

“Questa è una cosa molto grave e colgo l’occasione per denunciarlo pubblicamente: la delibera, infatti, è stata approvata ma senza gli allegati che, al contrario, la dovrebbero accompagnare obbligatoriamente per mettere a conoscenza consiglieri e soprattutto cittadini su ciò che la Giunta ha approvato.”