01
Lug

La riserva di Hveravellir, una delle ultime aree selvagge d’Europa

Stretta tra i grandi ghiacciai Langjökull e Hofsjökull, la riserva naturale di Hveravellir è una delle ultime grandi aree selvagge d’Europa.

Si estende fino ai piedi del ghiacciaio del Langjökull Hveravellir è un hotspot geotermico con buche d’acqua gorgoglianti. Recintato da ghiacciai, montagne, crateri e campi di lava ovunque si guardi il panorama è mozzafiato.

Hveravellir è una delle oasi più popolari dell’Islanda. Molteplici sono i sentieri escursionistici attraverso le meraviglie del campo di lava o il pendio della montagna. E per coloro che hanno bisogno di ricaricare le batterie e rilassarsi è consigliato e consigliabile un bagno nella piscina naturale accompagnato da una tazza di cioccolata calda e una fetta di torta.

Tre sono, invece, i percorsi consigliati agli amanti del trekking e del turismo lento.

Green Trail. Il percorso attraversa campi di lava e vegetazione. I più fortunati potrebbero imbattersi durante il cammino in una volpe artica.

Red Trail. Tempo di percorrenza stimato 3-4 ore. Altitudine 240 metri. E’ un deserto vulcanico che conduce al cratere Strýtur.

Orange Trail. Tempo di percorrenza stimato 4-5 ore. C’è una vecchia leggenda su fuorilegge e ladri che si presume si nascondessero in questa zona. Il percorso è semplice e pianeggiante. Ti porta ad attraversare paesaggi diversi: da un campo lavico ai prati ricoperti di fiori e bacche.

 

La riserva di Hveravellir