20
Lug

La nuova vita dei tessuti, le “pezzare” di Samo

Situato sul versante sud-orientale dell’Aspromonte, Samo è uno dei tipici paesi di questo affascinante e, per molti versi, ancora selvaggio territorio della Calabria. Sorge tra le rovine dell’antica Palecastro – città di epoca magno – greca – e quella di Precacore – di epoca medievale. Da Samo sono numerose le escursioni naturalistiche che attraversano aree incontaminate, al suo interno invece è possibile apprezzare risalenti tradizioni artigiane; d’altro canto il contesto è quello di una locride dove, come abbiamo già raccontate, l’attività tessile è straordinaria.

A Samo, nello specifico, vengono realizzate le cosiddette “pezzare”, si tratta di coperte, tappeti o veri e propri arazzi (utilizzati per decorare le pareti) che traggono vita grazie ai telai ed al recupero ed al riuso di antiche stoffe. Lo stile di fondo è, manco a dirlo, propriamente bizantino.

Le pezzare si presentano come riccamente variopinte essendo frutto dell’unione di colori, per farle infatti vengono impiegati stoffe dei vestiti o coperte dismesse, tagliate a striscie sottilissime e ricomposte in una logica nuova che ne rinnova e ne amplia il fascino.
.